Curcumina: Cos’è la curcumina liposomiale?

Curcumina

Ti suona familiare il termine “curcuma”? E “curcumina”? Se hai già sentito queste due parole, sicuramente sai che la polvere di curcuma, oltre ad essere un colorante, si utilizza nella medicina tradizionale indiana da centinaia di anni. Il principio attivo della curcuma (Cúrcuma longa) è la curcumina, una molecola con molteplici benefici per la salute.

Cosa diresti se ti dicessimo che puoi trovare un integratore di curcumina liposomiale per attenuare numerosi sintomi? È una grande notizia! Sai perché? Grazie ai liposomi oggi è possibile incapsulare qualsiasi nutriente in una membrana naturale, proteggendolo, facilitando il suo trasporto fino a destinazione e massimizzandone l’assorbimento. Il futuro è già qui!

Aspetti chiave

  • La curcumina è il principio attivo essenziale della curcuma. Questo colorante, insieme ad altre sostanze, è responsabile di molte proprietà medicinali.
  • La curcumina può essere consumata in diversi modi. Il più rivoluzionario è tramite un integratore liposomiale, quindi “incapsulata” per garantirne la massima concentrazione.
  • La curcumina liposomiale, grazie al suo formato, ha una maggiore biodisponibilità. Questo ti consente di assimilare in modo ottimale le sue proprietà antiossidanti e rigenerative.

Curcumina liposomiale: Tutto quello che devi sapere al riguardo

Nel mondo degli integratori alimentari è arrivata la formulazione liposomiale e sta diventando ormai la “nuova normalità”. I liposomi sono determinanti nel conferire ai nostri integratori preferiti un’efficacia “extra”. La curcumina liposomiale ne è un ottimo esempio e vogliamo raccontarti tutto ciò che la riguarda nella sezione che segue. Continua a leggere per saperne di più!

donna che si esercita in palestra
Secondo alcuni consumatori, tra i quali spiccano gli appassionati di sport, la curcumina potrebbe donarci una sensazione soggettiva di benessere, migliorando l’umore e alleviando i fastidi che compaiono dopo un intenso allenamento. (Fonte: Rido: 123419414/ 123rf.com)

Cos’è la curcumina liposomiale?

La curcumina è un polifenolo (composto antiossidante) proveniente dalla curcuma. La pianta da cui viene estratta gli conferisce un colore giallo-arancio. Quando parliamo di curcumina liposomiale, ci riferiamo alla sua forma “incapsulata”: avvolta in uno strato di lipidi (sostanze organiche simili alle nostre membrane cellulari) che funge da protettore e vettore.

I liposomi sono piccole strutture sferiche realizzate con materiali organici. Il rivestimento liposomiale della curcumina permette a questo composto di essere assorbito e trasportato dal sangue in quantità maggiori, evitando di essere metabolizzato e scartato prima di svolgere le sue funzioni terapeutiche.

Quali benefici ha la curcumina liposomiale per la salute?

Tra i diversi effetti riscontrati della curcumina, e in particolare degli integratori di curcumina liposomiale, spiccano le sue azioni antinfiammatorie e antiossidanti. Ecco un elenco che riassume alcuni dei suoi vantaggi più importanti (1, 2, 3, 4, 5, 6, 7):

  • Effetto antinfiammatorio: La curcumina ha proprietà antinfiammatorie. Alcuni studi dimostrano infatti che è così potente che potrebbe eguagliare l’efficacia di alcuni farmaci, ma con meno effetti collaterali. Come ci riesce? Sulla base dei dati che abbiamo, la curcumina potrebbe essere in grado di combattere l’infiammazione a livello molecolare.
  • Effetto antiossidante: La struttura chimica della curcumina la rende una sostanza ad azione antiossidante che può contrastare gli effetti dei radicali liberi, particelle legate all’invecchiamento precoce e alla comparsa di molteplici malattie.
  • Effetti sul cervello: Si sta studiando la possibile utilità della curcumina in tutte le condizioni che colpiscono il cervello, inclusa la depressione o il morbo di Alzheimer. Chissà se, in futuro, questa meravigliosa sostanza potrà aiutarci a combattere queste malattie!
  • Benefici per il sistema cardiovascolare: La curcumina potrebbe avere effetti protettivi sui vasi sanguigni e sul cuore, aiutando anche a ridurre i livelli di colesterolo. Questi promettenti vantaggi sono attualmente sotto studio di rinomati esperti.
  • Benessere generale: Secondo alcuni consumatori, tra i quali spiccano gli appassionati di sport, la curcumina potrebbe donarci una sensazione soggettiva di benessere, migliorando l’umore e alleviando i fastidi che compaiono dopo un intenso allenamento.
immagine della curcuma su un piatto
La curcumina ha proprietà antinfiammatorie. Alcuni studi dimostrano infatti che è così potente che potrebbe eguagliare l’efficacia di alcuni farmaci, ma con meno effetti collaterali. (Fonte: Larkjit: 47729403/ 123rf.com)

Cosa implica l’elaborazione della curcumina liposomiale e perché è vantaggiosa?

Gli integratori di curcumina liposomiale si differenziano dagli altri grazie alla loro tecnologia di “incapsulamento”. In questo processo, la curcumina si lega o si integra all’interno delle “bolle” liposomiche, creando prodotti con una serie di importanti vantaggi:

  1. La biodisponibilità (quantità che raggiunge il nostro organismo per apportarci benefici) di curcumina è maggiore.
  2. L’assorbimento della curcumina migliora grazie alla somiglianza dei liposomi alle nostre membrane cellulari.
  3. I liposomi “avvolgono” e proteggono la curcumina, il che potrebbe evitare che si rovini prima di svolgere le sue funzioni.
  4. In questo tipo di prodotti liposomiali devono essere presenti i migliori ingredienti, senza additivi innecessari.
  5. Gli integratori di curcumina liposomiale per poter essere usati da tutti dovrebbero avere una certificazione vegana e attestare che non contengono zuccheri o glutine.
  6. Nel processo di elaborazione, non dovrebbero esserci prodotti di origine animale né ingredienti geneticamente modificati.

Qual è il dosaggio di curcumina liposomiale raccomandato?

In generale, la dose raccomandata di un integratore di curcumina liposomiale dipende da diversi fattori, come le tue condizioni fisiche o alcune abitudini generali. Nella maggior parte dei casi, la raccomandazione standard è di mescolare 5 ml di curcumina in un bicchiere grande con acqua o succo e di berla circa 15 minuti prima di mangiare, due volte al giorno.

La curcuma liposomiale ha degli effetti collaterali?

Fino ad oggi, non esistono molti studi che possono dimostrare che la curcumina causi effetti collaterali significativi nelle persone sane (almeno se viene consumata senza combinarla con altri ingredienti). Tuttavia, alcune persone hanno avuto disturbi di stomaco, nausea, vertigini o diarrea.

L’ideale, come per tutti i tipi di integratori, è lasciarsi guidare dalle dosi giornaliere consigliate. E se si verificano sintomi strani o insoliti, l’opzione più sicura è consultare rapidamente un medico di fiducia.

Curcumina
La dose raccomandata di un integratore di curcumina liposomiale dipende da diversi fattori, come le tue condizioni fisiche o alcune abitudini generali. (Fonte: Nikcoa: 151366946/ 123rf.com)

Come deve essere conservato un integratore di vitamina liposomiale?

I consigli per conservare al meglio un integratore liposomiale sono piuttosto standard per questo tipo di prodotti. L’ideale è mantenerlo in un luogo fresco e asciuttto e, una volta aperto, conservarlo in frigorifero. Deve essere poi consumato entro i successivi due mesi. Prima dell’uso, agitare bene e, l’ultima raccomandazione importante: mantenerlo sempre lontano dalla portata dei bambini.

Ci sono situazioni in cui dovrei evitare la curcumina liposomiale?

Nonostante i tanti effetti positivi che la curcumina ha sulla salute, non è adatta a tutti in ogni situazione. Ci sono condizioni in cui è meglio evitarla completamente, in una qualsiasi delle sue forme. Qui di seguito ti elenchiamo quando non dovresti assumerla (8, 9, 10):

  • Gravidanza e allattamento: poiché non ci sono studi sufficienti per determinare se gli integratori di curcumina sono sicuri per le donne in gravidanza o che allattano, è meglio evitarli, se non è uno specialista a prescriverli.
  • Malattie della cistifellea: la curcumina può causare la contrazione della cistifellea, il che può peggiorare i sintomi di questa malattia.
  • Calcoli renali: alcuni studi dimostrano che la curcumina è ricca di ossalato, che può legarsi al calcio e causare la formazione di calcoli renali.
  • Diabete: la curcumina può abbassare troppo i livelli di zucchero nel sangue.
  • Problemi di reflusso gastroesofageo: se soffri di “bruciore di stomaco” o qualsiasi altro problema simile, la curcumina potrebbe aggravare i tuoi sintomi.
  • Malattie oncologiche e altre condizioni gravi: gli integratori di curcumina possono interferire con l’azione dei trattamenti per malattie oncologiche (come la chemioterapia) e con altri farmaci per curare malattie gravi. In questi casi, evita di utilizzare questo integratore senza l’espressa autorizzazione del tuo medico.
  • Anemia: la curcumina potrebbe impedire il corretto assorbimento del ferro, aggravando i sintomi dell’anemia per carenza di questo minerale.
  • Problemi di coagulazione del sangue: se ti è stato diagnosticato un problema legato al sangue (sanguinamento eccessivo, difficoltà a fermare il sanguinamento o eccessiva coagulazione del sangue), non usare la curcumina senza supervisione di un medico.
  • Interventi chirurgici imminenti o appena fatti: la curcumina può farti sanguinare di più durante o dopo un intervento chirurgico. Pertanto, se hai intenzione di sottoporti a qualsiasi intervento (compresi quelli eseguiti dal dentista) interrompi il consumo di curcumina almeno due settimane prima. Consulta il tuo medico o specialista dopo l’operazione per decidere se e quando puoi riprendere a consumare curcumina.
  • Uso di medicinali, specialmente anticoagulanti: la curcumina potrebbe influire su i tuoi farmaci abituali, provocando un effetto maggiore o minore di quanto previsto.

Le nostre conclusioni

La curcumina è un principio attivo straordinario che ha molto da offrire. Nella sua forma di integratore liposomiale, inoltre, i suoi effetti antinfiammatori e antiossidanti possono essere sfrittati anche meglio.

I fosfolipidi dei liposomi, quelle sostanze simili alle nostre membrane cellulari, rivestiranno la curcumina permettendole di mostrare in modo ottimale quelle magnifiche proprietà che l’hanno resa così apprezzata nella medicina tradizionale indiana.

Osa fare un passo avanti nella cura della tua salute e prova questo integratore. Sei interessato a saperne di più sulla curcumina liposomiale? Visita il nostro sito web o lasciaci un commento. E se hai trovato utile il nostro articolo, condividilo sui tuoi social network.

Referências (10)

1. Jurenk, J. Anti-inflammatory properties of curcumin, a major constituent of Curcuma longa: a review of preclinical and clinical research. 2009
Source

2. Venugopal P., Adluri Ram S. Antioxidant and anti-inflammatory properties of curcumin. 2007
Source

3. Rakhi A., Sudhir K. G., Jai Raj B. Detoxification and antioxidant effects of curcumin in rats experimentally exposed to mercury. 2010
Source

4. Xu Y., Ku B. Curcumin reverses the effects of chronic stress on behavior, the HPA axis, BDNF expression and phosphorylation of CREB. 2006
Source

5. Dong S., Zeng Q., et al. Curcumin Enhances Neurogenesis and Cognition in Aged Rats: Implications for Transcriptional Interactions Related to Growth and Synaptic Plasticity. 2012
Source

6. Wanwarang W., Phrommintikul A. The protective role of curcumin in cardiovascular diseases. 2009
Source

7. Toborek M., Kaiser S. Endothelial cell functions. Relationship to atherogenesis. 1999
Source

8. Rasyid A., Jaalam K., Lelo A. Effect of different curcumin dosages on human gall bladder. 2002
Source

9. Tang M., Larson-Meyer E., Liebman M. Effect of cinnamon and turmeric on urinary oxalate excretion, plasma lipids, and plasma glucose in healthy subjects. 2008
Source

10. Neerati P., Devde R., Kumar A. Evaluation of the effect of curcumin capsules on glyburide therapy in patients with type-2 diabetes mellitus. 2014
Source

Articolo scientifico
Jurenk, J. Anti-inflammatory properties of curcumin, a major constituent of Curcuma longa: a review of preclinical and clinical research. 2009
Go to source
Articolo scientifico
Venugopal P., Adluri Ram S. Antioxidant and anti-inflammatory properties of curcumin. 2007
Go to source
Articolo scientifico
Rakhi A., Sudhir K. G., Jai Raj B. Detoxification and antioxidant effects of curcumin in rats experimentally exposed to mercury. 2010
Go to source
Articolo scientifico
Xu Y., Ku B. Curcumin reverses the effects of chronic stress on behavior, the HPA axis, BDNF expression and phosphorylation of CREB. 2006
Go to source
Articolo scientifico
Dong S., Zeng Q., et al. Curcumin Enhances Neurogenesis and Cognition in Aged Rats: Implications for Transcriptional Interactions Related to Growth and Synaptic Plasticity. 2012
Go to source
Articolo scientifico
Wanwarang W., Phrommintikul A. The protective role of curcumin in cardiovascular diseases. 2009
Go to source
Articolo scientifico
Toborek M., Kaiser S. Endothelial cell functions. Relationship to atherogenesis. 1999
Go to source
Articolo scientifico
Rasyid A., Jaalam K., Lelo A. Effect of different curcumin dosages on human gall bladder. 2002
Go to source
Articolo scientifico
Tang M., Larson-Meyer E., Liebman M. Effect of cinnamon and turmeric on urinary oxalate excretion, plasma lipids, and plasma glucose in healthy subjects. 2008
Go to source
Articolo scientifico
Neerati P., Devde R., Kumar A. Evaluation of the effect of curcumin capsules on glyburide therapy in patients with type-2 diabetes mellitus. 2014
Go to source
Essa entrada foi publicada em Blog e marcada comp .