Terpeni: Cosa sono, a cosa servono e molto altro

terpeni

I terpeni sono sostanze chimiche aromatiche che possono essere trovate praticamente ovunque, specialmente nelle piante e negli oli essenziali. In natura proteggono la vegetazione da agenti come batteri e parassiti, mentre nel corpo umano potrebbero essere di grande aiuto per le nostre difese.

Potresti aver sentito parlare dei terpeni in relazione alla cannabis, dal momento che sono loro che le danno il suo odore e sapore caratteristici. Tuttavia, danno anche aroma e sapore a eucalipto, zenzero, pepe e molte altre piante o persino insetti. Vuoi saperne di più sui terpeni? Continua a leggere!

Aspetti chiave

  • I terpeni sono un grande insieme di composti chimici organici in grado di conferire odori e sapori abbastanza caratteristici a varie piante, e sono i protagonisti degli aromi degli oli essenziali. 
  • Oggigiorno, i terpeni hanno iniziato ad essere utilizzati per le loro possibili proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie, in particolare i terpeni estratti dalla cannabis.
  • Sebbene alcuni terpeni derivino dalla marijuana (cannabis), non sono considerati illegali in nessuna parte del mondo, poiché non producono da soli gli effetti dei cannabinoidi come il THC e il CBD.

Tutto quello che devi sapere sui terpeni

I terpeni sono sostanze incredibili che abbondano in natura dalla flora alla fauna. Non solo sono aromatici e gustosi, ma hanno anche proprietà medicinali di cui ogni giorno si scopre sempre più.

Cosa sono i terpeni esattamente?

I terpeni sono molecole costituite da diverse unità di isoprene (idrocarburi che abbondano in natura) (1)

Questi isopreni sono come piccoli pezzi di un puzzle che messi insieme in modi diversi sono in grado di formare le molteplici varietà di terpeni presenti in natura con i loro caratteristici sapori, aromi e proprietà (2).

Quindi, puoi non vedere i terpeni ad occhio nudo, ma sentendo l’aroma o il sapore caratteristico di pepe, cannella, limoni o lavanda, saprai di essere in presenza di queste incredibili molecole.

terpeni
I terpeni hanno iniziato ad essere utilizzati per le loro possibili proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie, in particolare i terpeni estratti dalla cannabis. (Fonte: Fernando: xm_2oqcbpiq/ Unsplash.com)

Quanti tipi di terpeni esistono e a cosa servono?

Dalle diverse combinazioni di isopreni, risulta una grande varietà di terpeni con proprietà, aromi e sapori unici. Questi si trovano solitamente nella pianta di cannabis sativa in diverse combinazioni e sono comuni anche in altre piante e persino negli insetti.  

I terpeni più importanti sono i seguenti (3)

TerpeneCaratteristichePossibili effetti medicinali
Mircene  (4)Odore di erbe
Si trova nel mango e timo
Antinfiammatorio 
Protezione delle articolazioni (5)
Prevenzione dello stress ossidativo (6)
Rilassamento mentale e muscolare (in concentrazioni superiori allo 0.5 %) (7)
PineneComponente principale della resina di pino
Il terpene più comune in natura 
Può essere trovato in piante e insetti
Effetto antimicrobico (8)
Antinfiammatorio 
Protezione delle articolazioni (9)
LimonenePresente nella buccia dei limoni e di altri agrumi
Utilizzato come aromatizzante
Facilita l’assorbimento di alcuni farmaci (10)
Miglioramento dell’umore (11)
LinaloloSi trova principalmente nella lavandaEffetto antimicrobico (contro i batteri) (12)
CariofillenePresente in pepe nero e cannella 
Fornisce un sapore piccante
Antinfiammatorio (13)
Antidolorifico locale
Fungicida (“uccide” i funghi) (14)

Gli effetti terapeutici sono stati studiati sugli animali e sulle cellule umane. Per questo motivo, è ancora necessario indagare ulteriormente sull’uomo per confermarne le proprietà.

Vital Shield di Sundt è un integratore di alta qualità che contiene varie forme di terpeni, fornendo un ottimo mix di proprietà.

Come si ottengono i terpeni?

Ci sono molti metodi per poter estrarre i terpeni dalle loro fonti naturali. Sono necessari alcuni processi che modificano la struttura delle piante e insetti che li contengono per riuscire a separare queste molecole dalle loro fonti. 

Il principale metodo per estrarre i terpeni dalla loro fonte è attraverso la distillazione (16).

Distillazione in corrente di vapore

In questo metodo, si prendono le piante o gli insetti contenenti i terpeni e si fanno bollire in un contenitore aperto. Quando i vapori salgono nell’aria, vengono trasportati verso un condensatore che raffredda il vapore, riportandolo alla sua forma liquida.

Questo liquido viene raccolto in un contenitore e i terpeni, che sono oleosi e per questo galleggiano sulla superficie, possono essere estratti (16)

Idrodistillazione

In questo metodo viene solo bollito il materiale e poi lasciato raffreddare, consentendo all’elemento oleoso che contiene i terpeni di risalire in superficie.

Questo processo in molti casi può danneggiare i terpeni a causa dell’utilizzo di temperature più alte (17).

Distillazione molecolare

Questo è il metodo migliore per estrarre i terpeni. Richiede un gran numero di attrezzature e strutture speciali, capaci di modificare la pressione ambientale attorno al composto per estrarre terpeni di alta qualità senza danneggiarne la struttura, poiché utilizza temperature più basse (15).

I terpeni che puoi trovare in Vital Shield di SUNDT sono stati estratti con questo metodo. La sua miscela contiene diverse varietà di terpeni di alta qualità.

terpeni
Il limonene è presente nella buccia dei limoni e quella di altri agrumi, viene utilizzato come aromatizzante. (Fonte: Rumee: jxtfregs5le/ Unsplash.com)

Nota importante 

Non consigliamo di eseguire a casa l’estrazione dei terpeni. Questi processi possono essere pericolosi per l’operatore, soprattutto senza l’attrezzatura adeguata, e possono generare composti che non sono sicuri per l’uso nell’uomo.

I terpeni fanno “sballare”?

Questa è una domanda che viene posta frequentemente, poiché i terpeni possono essere estratti dalla pianta di cannabis sativa che molti conoscono come canapa o marijuana. Questa pianta, se inalata o mangiata, può causare diversi effetti, dal rilassamento all’euforia e all’ansia, dovuti ai suoi cannabinoidi, il THC e il CBD. 

I terpeni da soli però non producono gli effetti della marijuana. Questo è il motivo per cui sono sostanze legali in tutto il mondo.

Tuttavia queste molecole, se combinate con i cannabinoidi (THC e/o CBD), possono aumentare l’influenza dei loro principi attivi nel cervello (18)

È sicuro “svapare” i terpeni?

Lo “svapo” per molte persone è un modo per smettere di fumare le sigarette, poiché è possibile inalare la nicotina senza il catrame. Altre, invece, usano questo metodo per inalare cannabinoidi che contengono terpeni e questo può essere pericoloso per la salute.

Secondo alcuni studi, i terpeni diventano tossici se riscaldati e inalati (come quando vengono “svapati”). Pertanto, vengono rilasciati composti come i benzeni che sono cancerogeni, e lo xilene che è infiammabile (19)

Lo “svapo” è un’alternativa meno dannosa delle sigarette, ma questo non significa che non comporti rischi per la salute, fai attenzione!

terpeni
Il linalolo si trova principalmente nella lavanda e ha un effetto antimicrobico (contro i batteri). (Fonte: Lohrbach: 34335462/ 123rf.com)

Chi non dovrebbe usare terpeni?

I terpeni hanno pochi effetti collaterali noti. Tuttavia, dovrebbero essere usati con particolare cautela dalle persone che potrebbero essere danneggiate dal loro uso:

  • Donne incinte 
  • Neonati, bambini e adolescenti
  • Anziani
  • Persone che sono sotto trattamento per malattie croniche (ipertensione, diabete, gravi parologie…)
  • Persone allergiche a qualsiasi ingrediente della formula

Se rientri in una di queste categorie di persone, assicurati di consultare il tuo medico sull’uso dei terpeni.

Scegli il miglior prodotto di terpeni con i nostri consigli!

Se il tuo obiettivo è utilizzare i terpeni per migliorare la tua salute, è importante saper scegliere attentamente il prodotto che stai per acquistare. Abbiamo preparato i seguenti suggerimenti per semplificarti la ricerca.

Verifica gli ingredienti

I prodotti che contengono terpeni sono spesso combinati con altri ingredienti naturali che potrebbero portare grandi benefici alla tua salute. Tuttavia, è importante imparare a scegliere il prodotto giusto osservando determinati ingredienti:

  1. Allergeni: i terpeni possono causare reazioni allergiche se consumati o applicati sulla pelle. I terpeni più allergenici sono il linalolo e il limonene.
  2. Sostanze illegali: la EFSA (L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ancora ha le idee confuse sui prodotti contenenti CBD, il che significa che ancora non ci sono normative che regolano in maniera precisa il loro utilizzo. Il THC è il composto ancora considerato illegale tra i due cannabinoidi. 
  3. Ingredienti vegani: i terpeni sono per lo più vegani o vegetariani se estratti dalle piante. Alcuni, come il pinene, possono provenire da insetti e non adattarsi a questi stili di vita, quindi assicurati di leggere gli ingredienti con molta attenzione.

L’integratore Vita Shield di SUNDT è completamente vegano e legale in tutta Europa, dai un’occhiata ai suoi ingredienti e ai benefici che può apportare!

Scegli il miglior formato di presentazione

I terpeni sono più sicuri se consumati per via orale in combinazione con succhi o acqua. L’inalazione dovrebbe essere evitata, poiché i fumi possono essere particolarmente dannosi per la salute.

Puoi trovare questa presentazione negli integratori SUNDT, che offrono 200 millilitri di prodotto pari a 40 somministrazioni per via orale.

Conserva il tuo prodotto in modo adeguato 

Come molte altre sostanze, i terpeni sono suscettibili a condizioni ambientali che potrebbero danneggiare la loro struttura e fargli perdere la loro efficacia. Per evitare che accada, assicurati di seguire i nostri consigli per la loro conservazione: 

  • Non lasciare il prodotto in luoghi caldi come al sole, in macchina, in cucina o in bagno.
  • Conserva il tuo prodotto in un luogo asciutto. 
  • Non rimuovere gli oli dal loro contenitore originale.
  • Se il prodotto ha un contagocce, evita di metterlo a contatto con la bocca, la pelle o qualsiasi superficie diversa dall’interno del flacone da cui è venuto.
  • Getta i prodotti scaduti.
  • Segui le specifiche del produttore.

In caso di domande sul prodotto, puoi anche consultare il tuo medico o il farmacista.

terpeni
Dalle diverse combinazioni di isopreni, viene fuori una grande varietà di terpeni con proprietà, aromi e sapori unici. (Fonte: Janfries : 129326190/ Unsplash.com)

Parlane con il tuo medico

Nonostante tutte le proprietà dei terpeni, esiste la possibilità che un prodotto che li contiene non si adatti correttamente al tuo organismo e che ti possa generare sintomi indesiderati. 

Se soffri di una grave malattia, sei incinta o desideri somministrare terpeni a neonati, bambini o adolescenti, non esitare a consultare prima il tuo medico per farti consigliare sul loro utilizzo.

Inoltre, se si verificano disturbi generali come arrossamento e prurito o difficoltà respiratorie dopo aver utilizzato i terpeni, devi smettere immediatamente di utilizzarli e consultare il prima possibile un dottore o il centro medico più vicino.

Le nostre conclusioni

I terpeni sono sostanze aromatiche che oltre ai loro incredibili odori e sapori potrebbero portare grandi benefici alla nostra salute. Grazie alle loro molteplici strutture molecolari, i terpeni sono in grado di fornirci effetti come l’eliminazione dei microrganismi patogeni o il miglioramento del nostro umore.

Se vuoi provare i terpeni, assicurati di scegliere prodotti da consumare per via orale e non inalati, poiché i loro vapori potrebbero essere cancerogeni e infiammare le tue vie respiratorie. Inoltre, assicurati di consumare terpeni i cui ingredienti sono legali nella tua regione.

Non sono fantastici i terpeni? Lasciaci un commento con le tue opinioni e non dimenticare di condividere il nostro articolo.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Radu Florin: CwTBt6jyagQ/ Unsplash.com)

Riferimenti (20)

1. O. Felipe L, L. Bicas J. Terpenos, aromas e a química dos compostos naturais. Quím Nova Na Esc 2017;39.
Source

2. De Martino L, Nazzaro F, Mancini E, De Feo V. Essential oils from Mediterranean aromatic plants. The Mediterranean Diet, Elsevier; 2015, p. 649–61.
Source

3. Fahlbusch K-G, Hammerschmidt F-J, Panten J, Pickenhagen W, Schatkowski D, Bauer K, et al. Flavors and Fragrances. Ullmann’s Encyclopedia of Industrial Chemistry 2003.
Source

4. Behr A, Johnen L. Myrcene as a natural base chemical in sustainable chemistry: a critical review. ChemSusChem 2009;2:1072–95.
Source

5. Rufino AT, Ribeiro M, Sousa C, Judas F, Salgueiro L, Cavaleiro C, et al. Evaluation of the anti-inflammatory, anti-catabolic and pro-anabolic effects of E-caryophyllene, myrcene and limonene in a cell model of osteoarthritis. Eur J Pharmacol 2015;750:141–50.
Source

6. Islam AUS, Hellman B, Nyberg F, Amir N, Jayaraj RL, Petroianu G, et al. Myrcene attenuates renal inflammation and oxidative stress in the adrenalectomized rat model. Molecules 2020;25.
Source

7. do Vale TG, Furtado EC, Santos JG Jr, Viana GSB. Central effects of citral, myrcene and limonene, constituents of essential oil chemotypes from Lippia alba (Mill.) n.e. Brown. Phytomedicine 2002;9:709–14.
Source

8. Chalchat JC, Chiron F, Garry RP, Lacoste J, Sautou V. Photochemical Hydroperoxidation of Terpenes. Antimicrobial Activity of α-Pinene, β-Pinene and Limonene Hydroperoxides. J Essent Oil Res 2000;12:125–34.
Source

9. Rufino AT, Ribeiro M, Judas F, Salgueiro L, Lopes MC, Cavaleiro C, et al. Anti-inflammatory and chondroprotective activity of (+)-α-pinene: structural and enantiomeric selectivity. J Nat Prod 2014;77:264–9.
Source

10. Yang Z, Teng Y, Wang H, Hou H. Enhancement of skin permeation of bufalin by limonene via reservoir type transdermal patch: formulation design and biopharmaceutical evaluation. Int J Pharm 2013;447:231–40.
Source

11. Dobetsberger C, Buchbauer G. Actions of essential oils on the central nervous system: An updated review: Essential oil effects on the CNS. Flavour Fragr J 2011;26:300–16.
Source

12. Flores PIG, Valenzuela RB, Ruiz LD, López CM, Cháirez FE. ANTIBACTERIAL ACTIVITY OF FIVE TERPENOID COMPOUNDS: CARVACROL, LIMONENE, LINALOOL, α-TERPINENE AND THYMOL. Trop subtrop agroecosystems 2019;22.
Source

13. Alina C-MC, Rocío R-L, Aurelio R-MM, Margarita C-MM, Angélica R-G, Rubén J-A. Chemical Composition andIn vivoAnti-inflammatory Activity ofBursera morelensisRamírez Essential Oil. J Essent Oil-Bear Plants 2014;17:758–68.
Source

14. Sánchez-Hernández GR, Villa-Ruano N, Rubio-Rosas E, Zarate-Reyes JA, Cruz-Durán R, Lozoya-Gloria E. Chemical constituents and anti-fungal activity of the essential oils from Lantana hirta and Croton ciliatoglandulifer. Rev Latinoam Quím 2018;46:17–24.
Source

15. Chalchat JC, Chiron F, Garry RP, Lacoste J, Sautou V. Photochemical Hydroperoxidation of Terpenes. Antimicrobial Activity of α-Pinene, β-Pinene and Limonene Hydroperoxides. J Essent Oil Res 2000;12:125–34.
Source

16. Rettberg N. y Cols. Bugging Hop Analysis – on the Isomerization and Oxidation of Terpene Alcohols during Steam Distillation. BrewingScience. 2012.
Source

17. Jeleń HH, Gracka A. Analysis of black pepper volatiles by solid phase microextraction–gas chromatography: A comparison of terpenes profiles with hydrodistillation. J Chromatogr A 2015;1418:200–9.
Source

18. Ferber SG, Namdar D, Hen-Shoval D, Eger G, Koltai H, Shoval G, et al. The “entourage effect”: Terpenes coupled with cannabinoids for the treatment of mood disorders and anxiety disorders. Curr Neuropharmacol 2020;18:87–96.
Source

19. Meehan-Atrash J, Luo W, Strongin RM. Toxicant formation in dabbing: The terpene story. ACS Omega 2017;2:6112–7.
Source

20. Audrain H, Kenward C, Lovell CR, Green C, Ormerod AD, Sansom J, et al. Allergy to oxidized limonene and linalool is frequent in the U.K. Br J Dermatol 2014;171:292–7.
Source

Articolo scientifico
O. Felipe L, L. Bicas J. Terpenos, aromas e a química dos compostos naturais. Quím Nova Na Esc 2017;39.
Go to source
Articolo scientifico
De Martino L, Nazzaro F, Mancini E, De Feo V. Essential oils from Mediterranean aromatic plants. The Mediterranean Diet, Elsevier; 2015, p. 649–61.
Go to source
Articolo scientifico
Fahlbusch K-G, Hammerschmidt F-J, Panten J, Pickenhagen W, Schatkowski D, Bauer K, et al. Flavors and Fragrances. Ullmann’s Encyclopedia of Industrial Chemistry 2003.
Go to source
Articolo scientifico
Behr A, Johnen L. Myrcene as a natural base chemical in sustainable chemistry: a critical review. ChemSusChem 2009;2:1072–95.
Go to source
Studio in vitro
Rufino AT, Ribeiro M, Sousa C, Judas F, Salgueiro L, Cavaleiro C, et al. Evaluation of the anti-inflammatory, anti-catabolic and pro-anabolic effects of E-caryophyllene, myrcene and limonene in a cell model of osteoarthritis. Eur J Pharmacol 2015;750:141–50.
Go to source
Studio su ratti
Islam AUS, Hellman B, Nyberg F, Amir N, Jayaraj RL, Petroianu G, et al. Myrcene attenuates renal inflammation and oxidative stress in the adrenalectomized rat model. Molecules 2020;25.
Go to source
Studio in vitro
do Vale TG, Furtado EC, Santos JG Jr, Viana GSB. Central effects of citral, myrcene and limonene, constituents of essential oil chemotypes from Lippia alba (Mill.) n.e. Brown. Phytomedicine 2002;9:709–14.
Go to source
Studio in vitro
Chalchat JC, Chiron F, Garry RP, Lacoste J, Sautou V. Photochemical Hydroperoxidation of Terpenes. Antimicrobial Activity of α-Pinene, β-Pinene and Limonene Hydroperoxides. J Essent Oil Res 2000;12:125–34.
Go to source
Studio in vitro
Rufino AT, Ribeiro M, Judas F, Salgueiro L, Lopes MC, Cavaleiro C, et al. Anti-inflammatory and chondroprotective activity of (+)-α-pinene: structural and enantiomeric selectivity. J Nat Prod 2014;77:264–9.
Go to source
Studio in vitro
Yang Z, Teng Y, Wang H, Hou H. Enhancement of skin permeation of bufalin by limonene via reservoir type transdermal patch: formulation design and biopharmaceutical evaluation. Int J Pharm 2013;447:231–40.
Go to source
Articolo scientifico
Dobetsberger C, Buchbauer G. Actions of essential oils on the central nervous system: An updated review: Essential oil effects on the CNS. Flavour Fragr J 2011;26:300–16.
Go to source
Studio in vitro
Flores PIG, Valenzuela RB, Ruiz LD, López CM, Cháirez FE. ANTIBACTERIAL ACTIVITY OF FIVE TERPENOID COMPOUNDS: CARVACROL, LIMONENE, LINALOOL, α-TERPINENE AND THYMOL. Trop subtrop agroecosystems 2019;22.
Go to source
Studio in vitro
Alina C-MC, Rocío R-L, Aurelio R-MM, Margarita C-MM, Angélica R-G, Rubén J-A. Chemical Composition andIn vivoAnti-inflammatory Activity ofBursera morelensisRamírez Essential Oil. J Essent Oil-Bear Plants 2014;17:758–68.
Go to source
Studio in vitro
Sánchez-Hernández GR, Villa-Ruano N, Rubio-Rosas E, Zarate-Reyes JA, Cruz-Durán R, Lozoya-Gloria E. Chemical constituents and anti-fungal activity of the essential oils from Lantana hirta and Croton ciliatoglandulifer. Rev Latinoam Quím 2018;46:17–24.
Go to source
Articolo scientifico
Chalchat JC, Chiron F, Garry RP, Lacoste J, Sautou V. Photochemical Hydroperoxidation of Terpenes. Antimicrobial Activity of α-Pinene, β-Pinene and Limonene Hydroperoxides. J Essent Oil Res 2000;12:125–34.
Go to source
Articolo scientifico
Rettberg N. y Cols. Bugging Hop Analysis – on the Isomerization and Oxidation of Terpene Alcohols during Steam Distillation. BrewingScience. 2012.
Go to source
Studio in vitro
Jeleń HH, Gracka A. Analysis of black pepper volatiles by solid phase microextraction–gas chromatography: A comparison of terpenes profiles with hydrodistillation. J Chromatogr A 2015;1418:200–9.
Go to source
Articolo scientifico
Ferber SG, Namdar D, Hen-Shoval D, Eger G, Koltai H, Shoval G, et al. The “entourage effect”: Terpenes coupled with cannabinoids for the treatment of mood disorders and anxiety disorders. Curr Neuropharmacol 2020;18:87–96.
Go to source
Articolo scientifico
Meehan-Atrash J, Luo W, Strongin RM. Toxicant formation in dabbing: The terpene story. ACS Omega 2017;2:6112–7.
Go to source
Articolo scientifico
Audrain H, Kenward C, Lovell CR, Green C, Ormerod AD, Sansom J, et al. Allergy to oxidized limonene and linalool is frequent in the U.K. Br J Dermatol 2014;171:292–7.
Go to source
Questo elemento è stato inserito in Blog e taggato .