Vitamina E benefici: Quali sono le sue proprietà?

Sapevi che la vitamina E non è stata scoperta fino al 1922 (1)? Non così tanti anni fa, giusto? Da allora il passare del tempo ha scandito le scoperte sulle sue proprietà salutari, alcune interessanti come ritardare l’invecchiamento cellulare precoce o migliorare il sistema immunitario.

In ogni caso, la proprietà “regina” della vitamina E è il suo carattere antiossidante (2), ossia la sua capacità di proteggere il tuo corpo dai radicali liberi, molecole dannose che puoi produrre anche per colpa dell’inquinamento della tua città. In questo articolo ti parleremo delle proprietà e dei benefici della vitamina E.

Aspetti chiave

  • Uno dei grandi vantaggi della vitamina E è la sua protezione del sistema immunitario, motivo per cui è così importante assumerla, sia attraverso l’alimentazione che tramite gli integratori.
  • Naturalmente, se opti per l’integrazione, assicurati di acquistare integratori di vitamina E che contengano una dose sicura. Se scegli gli integratori liposomiali Sundt Nutrition non avrai questi problemi.
  • I nostri integratori ti permettono di usufruire delle ultime tecnologie scientifiche applicate all’integrazione, al momento del bisogno.

Quali sono le proprietà della vitamina E?

Ti piacerebbe avere la pelle bella e sana? E avere un sistema immunitario migliore per combattere virus e infezioni? Ebbene, queste e molte altre sono le proprietà della vitamina E o tocoferolo, senza contare quelle ancora da scoprire.

Regola il tuo sistema immunitario

La vitamina E è un potente antiossidante liposolubile che si trova in quantità maggiori nelle cellule immunitarie. Sì, quelle che regolano le tue difese e ti rendono forte contro malattie e infezioni. Ciò significa che mantenere livelli sani di vitamina E potrebbe aiutarti a (4, 5, 6):

  • Ridurre il rischio di infezioni respiratorie. Il ruolo immunoregolatore della vitamina E è associato alla riduzione del rischio di malattie infettive come le infezioni respiratorie.
  • Controllare l’asma. Questo ruolo immunoregolatore del tocoferolo riduce anche il rischio di malattie allergiche come l’asma.
  • Particolarmente adatto per le persone anziane. Studi medici sugli anziani suggeriscono che livelli sani di vitamina E possono migliorare le risposte immunitarie e infiammatorie.

La risposta di un individuo alla vitamina E varia in base a diversi fattori, come la fase della vita, lo stato di salute, lo stato nutrizionale e la genetica. Mancano ancora altri studi al riguardo, ma gli esperti sono ottimisti!

vitamina e benefici
Uno dei grandi vantaggi della vitamina E è la sua protezione del sistema immunitario, motivo per cui è così importante assumerla, sia attraverso la dieta che tramite integratori. (Fonte: Kasto: 57661725/ 123rf.com)

Migliora la tua pelle

La vitamina E ha effetti straordinari sulla pelle. C’è ancora molto da studiare sul ruolo di questo meraviglioso antiossidante in dermatologia, ma le prove scientifiche suggeriscono che (7, 8, 9):

Protegge dai danni del sole

La vitamina E, come antiossidante, può assorbire energia dalla luce ultravioletta (UV). Pertanto, svolge un ruolo importante nella fotoprotezione, prevenendo i danni dei radicali liberi indotti dai raggi UV alla pelle.

Previene le malattie della pelle

Ci sono molti rapporti medici in cui la vitamina E è stata utilizzata con successo nelle condizioni infiammatorie croniche della pelle. In questo senso, viene generalmente utilizzata in combinazione con altri nutrienti, come la vitamina D o la vitamina C, sebbene siano ancora necessari ulteriori studi.

Cicatrizza le ferite

Ci sono prove che la vitamina E, insieme allo zinco e alla vitamina C, impieghi meno tempo per la guarigione delle ferite. Sebbene gli studi non siano illuminanti, questo nutriente è incluso nel trattamento delle ulcere da pressione e delle ustioni.

vitamina e benefici
La vitamina E ha effetti straordinari sulla tua pelle. (Fonte: Park Street: 0_mcyfdyeda/ Unsplash.com)

Protegge il tuo cuore e le tue arterie

Le malattie cardiovascolari come l’aterosclerosi (arterie bloccate) causano infarti e ictus (versamenti vascolari). La vitamina E riduce lo stress ossidativo e l’infiammazione, possibile origine di queste condizioni. Finora gli studi scientifici lo hanno dimostrato (19, 11):

  •  La vitamina E protegge il cuore. La vitamina E è risultata cardioprotettiva in alcuni tipi di pazienti sottoposti ad alti livelli di stress ossidativo. È particolarmente efficace quando si ha un infarto, ma non ha un effetto preventivo.
  • La vitamina E può controllare l’ipertensione. Una maggiore assunzione di vitamina E è stata associata a una minore prevalenza di ipertensione, sebbene gli studi non siano ancora conclusivi.

Migliora i tuoi muscoli

La carenza di vitamina E può provocare danni ai nervi e ai muscoli, causando debolezza muscolare. Durante l’esercizio intenso, la produzione di radicali liberi aumenta, motivo per cui molti atleti consumano antiossidanti per combattere la stanchezza e i danni muscolari. Gli studi più recenti indicano quanto segue (4, 12, 13, 14, 15, 16):

  • Se sei un atleta, consuma più vitamina E. Gli atleti che assumono poca vitamina E e che seguono anche una dieta povera di grassi possono trarre vantaggio dall’integrazione di questo nutriente.
  • Senza vitamina E, aumenta l’affaticamento muscolare. Le scarse riserve di vitamina E aumentano l’affaticamento muscolare.
  • La vitamina E può aiutarti quando ti alleni. Gli studi dimostrano che l’integrazione con vitamina E può proteggere dall’infiammazione, dai danni muscolari e ossidativi indotti dall’esercizio fisico, nonché dall’affaticamento e dalla perdita di forza muscolare.
  • La vitamina E previene i danni muscolari. In sintesi, evitare la carenza di vitamina E previene i danni ossidativi e muscolari.
vitamina e benefici
La vitamina E è cardioprotettiva in alcune tipologie di pazienti sottoposti ad alti livelli di stress ossidativo. (Fonte: Jakkapan: 43296691/ 123rf.com)

Potrebbe prevenire malattie neurologiche

È ancora dibattuto nei circoli accademici, ma gli studi più recenti dimostrano che la vitamina E può prevenire alcune condizioni neurologiche, come il morbo di Alzheimer. Gli studi indicano quanto segue (17, 18, 19):

  • Migliori prestazioni cognitive. Livelli sufficienti di vitamina E nel plasma sono ripetutamente associati a migliori prestazioni cognitive.
  • Invecchiamento cerebrale sano. Sono necessarie ulteriori ricerche, ma gli studi suggeriscono che la vitamina E è un composto nutritivo che promuovere un invecchiamento cerebrale sano ritardando la malattia di Alzheimer.

Come sfruttare al meglio le proprietà della vitamina E.

Ora che conosci meglio la vitamina E, ti chiederai come puoi “sfruttare” tutte le proprietà di questo incredibile nutriente. Puoi farlo attraverso la tua alimentazione o, se questo non fosse possibile, attraverso gli integratori liposomiali, come quelli prodotti da Sundt Nutrition.

Alimenti che forniscono le proprietà della vitamina E.

La vitamina E è presente in alcuni alimenti di cui devi tenere conto se sei interessato a sfruttare la dieta per la sua assunzione. Se sei orientato solo sul cibo, devi sapere che la dose nutritiva consigliata (RDA), secondo la EFSA, è (20, 21, 22):

  • Uomini. Dai 14 anni di età 13 milligrammi (mg) al giorno.
  • Donne. Dai 14 anni in su, 11 milligrammi al giorno.

Le concentrazioni più elevate di vitamina E si trovano nei grassi sani come l’olio d’oliva, ma anche nelle mandorle e in altra frutta secca, così come in altri alimenti, ma in misura minore.

AlimentiContenuto di vitamina E (mg) ogni 100 g
Olio di germe di grano650
Olio di girasole56
Semi di girasole37-38
Mandorle e nocciole (tostate o crude)26-27
Olio di oliva18
Cereali di grano/mais17
Arachidi10
Olio di soia/mais7
Datteri, fragole, asparagi verdi e fagioli bianchi, burro, pesce azzurro2

Inoltre, ci sono altri alimenti che contengono questo importante nutriente, ma in misura minore.

  • Riso integrale, cavolo cappuccio, broccoli, pera, spinaci, semi di zucca
  • More, mele, cioccolato, carote, banana, lattuga

Integratori liposomiali per godere delle proprietà della vitamina E

Hai mai sentito parlare degli integratori liposomiali? Sono integratori con importanti evidenze scientifiche alle spalle che offrono un’ottima qualità. Ti proponiamo gli integratori liposomiali Sundt Nutrition e ti spieghiamo perché sono preferibili ad altri (23, 24).

Otterrai la massima biodisponibilità

Sai già cos’è la biodisponibilità? È la percentuale di nutrienti che arriva al tuo organismo, e nel caso degli integratori di vitamina E liposomiale di Sundt Nutrition, significa che avrai più vitamina E e che la otterrai più velocemente rispetto ad un integratore classico.

Sono vitamine incapsulate in liposomi

Cosa sono i liposomi? Sono una specie di bolle in cui la vitamina E è incapsulata in modo che “viaggi” attraverso il flusso sanguigno più rapidamente e naturalmente. Questo perché i liposomi hanno una composizione molto simile alle nostre cellule.

Non contengono zuccheri

Se sei diabetico, sarai deliziato dagli integratori liposomiali di Sundt Nutrition. E anche se sei vegetariano o un convinto difensore degli animali. Questi integratori non utilizzano ingegneria genetica o elementi animali. E sono adatti anche se sei intollerante al glutine.


Le nostre conclusioni

Sapevi già perché la vitamina E è così importante? Come avrai letto nell’articolo, è fondamentale per la sua natura antiossidante ed i benefici che fornisce sono essenziali per il “buon funzionamento” del nostro organismo. Certo, dovrai mangiare molti grassi sani o dovrai ricorrere a un integratore.

D’altronde è sempre meglio se scegli di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, ma quando i tuoi impegni non te lo consentono, puoi sempre ricorrere agli integratori di vitamina E liposomiale di Sundt Nutrition.

Ci auguriamo che l’articolo ti sia piaciuto. Se è così, non dimenticare di condividerlo sui tuoi social network o di lasciarci un commento. A presto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Rido: 121442126/ 123rf.com)

Riferimenti(24)

  1. Vitamin E: structure, properties and functions. Etsuo Niki and Kouichi Abe, CHAPTER 1: Vitamin E: Structure, Properties, and Functions, in Vitamin E: Nutritional Benefits and Chemistry, 2019, pp. 1-11 DOI: 10.1039 / 9781788016216-00001 eISBN: 978-1-78801-621 -6 Disponible online
  2. The European perspective on vitamin E: current knowledge and future research. Regina Brigelius-Flohé, Frank J. Kelly , Jukka T Salonen , Jiri Neuzil , Jean-Marc Zingg , Angelo Azzi. The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 76, Number 4, October 2002, Pages 703–716,
  3. Chapter 9. Vitamin E. The Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO). Disponible online
  4. )Vitamin E. Consumer fact sheet. National Institutes for Health (NIH). Disponible online
  5. Regulatory role of vitamin E in the immune system and inflammation. Erin Diane Lewis, Simin Nikbin Meydani y Dayong Wu. Disponible online
  6. Outlook: Should Vitamin E Recommendations For Older Adults Be Increased? Simin Nikbin Meydani , Erin Diane Lewis y Dayong Wu. Disponible online
  7. Vitamin E and skin health. Oregon State University. Linus Pauling Institute. Alexander J. Michels, Ph.D., and Maret G. Traber, Ph.D. Disponible online
  8. Vitamin E in dermatology. Mohammad Abid Keene Iffat Hassan. doi: 10.4103 / 2229-5178.185494 Disponible online
  9. The role of topical vitamin E in the treatment of scars: a systematic review. Volkan Tanaydin, MD, Jurek Conings, medical doctor, Masoud Malyar, BSc , René van der Hulst, MD, PhD , Berend van der Lei, MD, PhD. Magazine of Cosmetic Surgery, Volume 36, Number 8, September 2016, Pages 959–965, https://doi.org/10.1093/asj/sjw046. Disponible online
  10. Vitamin E in the prevention of cardiovascular diseases: the importance of an adequate selection of patients. Moshe Vardi , Nina S. Levy and Andrew P. Levy. doi: 10.1194 / jlr.R026641 Disponible online
  11. Cardiovascular and metabolic protection by vitamin E: a question of treatment strategy? Melanie Ziegler,Maria Wallert, Stefan Lorkowski and Karlheinz Peter. Doi: 10.3390 / antiox9100935 Disponible online
  12. Promotion of plasma membrane repair by vitamin E. Amber C. Howard ,Anna K. McNeil and Paul L. McNeil. Disponible online
  13. Low-frequency fatigue as an indicator of exercise-induced eccentric muscle injury: the role of vitamin E. Antonios Kyparos, Michalis G. Nikolaidis, Konstantina Dipla,Andreas Zafeiridis, Vassilis Paschalis, Gerasimos V. Grivas, Anastasios A. Theodorou, Maria Albani, Chrysoula Matziari, y Ioannis S. Vrabas. Disponible online
  14. Resistance exercise and vitamin E supplements. Yoshikazu Takanami, Hisao Iwane, Yukari Kawai and Teruichi Shimomitsu. DOI: 10.2165 / 00007256-200029020-00001. Disponible online
  15. Antioxidants and exercise performance: with special attention to vitamin E and C supplementation. Madalyn Riley Higgins, Azimeh Izadi 2OrcID yMojtaba Kaviani. College of Pure and Applied Sciences, College of Nutrition and Dietetics, Acadia University, Wolfville, Canada. Department of Biochemistry and Diet Therapy, Faculty of Nutrition and Food Sciences, Tabriz University of Medical Sciences, Iran. Disponible online
  16. Silva, LA; Pinho, CA; Silveira, PC; Tuon, T .; De Souza, CT; Dal-Pizzol, F .; Pinho, RA Supplementation with vitamin E decreases muscle and oxidative damage but not the inflammatory response induced by eccentric contraction. J. Physiol. Sci. 2010, 60, 51. Disponible online
  17. Effects of vitamin E on cognitive performance during aging and Alzheimer’s disease. Giorgio La Fata, Peter Weber and M. Hasan Mohajeri. Disponible online
  18. Vitamin E: its role in neurological function. DP Muller. doi: 10.1136 / pgmj.62.724.107 Disponible online
  19. Vitamin E. Fact Sheet for Health Professionals. National Institutes for Health (NIH). Disponible online
  20. Alimentos con vitamina E. Tatiana Zanin. Nutricionista. Universidad Católica de Santos con registro profesional CRN-3 nº 15097. Disponible online
  21. Informe del Comité Científico de la Agencia Española de Seguridad Alimentaria y Nutrición (AESAN) sobre Ingestas Nutricionales de Referencia para la población española. Disponible online
  22. Alimentos que destacan por su contenido en vitamina E. Fisterra, Elsevier. Atención primaria en la red. Disponible online
  23. Liposomal-encapsulated Ascorbic Acid: Influence on Vitamin C Bioavailability and Capacity to Protect Against Ischemia–Reperfusion Injury. Janelle L. Davis, Hunter L. Paris, Joseph W. Beals, Scott E. Binns, Gregory R. Giordano, Rebecca L. Scalzo, Melani M. Schweder, Emek Blair and Christopher Bell. Journal ListNutr Metab Insightsv.9; 2016PMC4915787. Disponible online
  24. Therapeutic Uses of Antioxidant Liposomes. Guest Editor (s): Subhash C. Basu and Manju Basu Department of Chemistry and Biochemistry, University of Notre Dame, Notre Dame. William L. Stone, Shyamali Mukherjee, Milton Smith and Salil K. Das. Disponible online
Precedente Vitamina E per la pelle: scopri tutti i benefici! Prossimo Vitamina D neonati: Di quanta vitamina D ha bisogno un bambino?
Articolo scientifico
Vitamin E: structure, properties and functions. Etsuo Niki and Kouichi Abe, CHAPTER 1: Vitamin E: Structure, Properties, and Functions, in Vitamin E: Nutritional Benefits and Chemistry, 2019, pp. 1-11 DOI: 10.1039 / 9781788016216-00001 eISBN: 978-1-78801-621 -6 Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
The European perspective on vitamin E: current knowledge and future research. Regina Brigelius-Flohé, Frank J. Kelly , Jukka T Salonen , Jiri Neuzil , Jean-Marc Zingg , Angelo Azzi. The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 76, Number 4, October 2002, Pages 703–716,
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Chapter 9. Vitamin E. The Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO). Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
)Vitamin E. Consumer fact sheet. National Institutes for Health (NIH). Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Regulatory role of vitamin E in the immune system and inflammation. Erin Diane Lewis, Simin Nikbin Meydani y Dayong Wu. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Outlook: Should Vitamin E Recommendations For Older Adults Be Increased? Simin Nikbin Meydani , Erin Diane Lewis y Dayong Wu. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vitamin E and skin health. Oregon State University. Linus Pauling Institute. Alexander J. Michels, Ph.D., and Maret G. Traber, Ph.D. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vitamin E in dermatology. Mohammad Abid Keene Iffat Hassan. doi: 10.4103 / 2229-5178.185494 Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
The role of topical vitamin E in the treatment of scars: a systematic review. Volkan Tanaydin, MD, Jurek Conings, medical doctor, Masoud Malyar, BSc , René van der Hulst, MD, PhD , Berend van der Lei, MD, PhD. Magazine of Cosmetic Surgery, Volume 36, Number 8, September 2016, Pages 959–965, https://doi.org/10.1093/asj/sjw046. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vitamin E in the prevention of cardiovascular diseases: the importance of an adequate selection of patients. Moshe Vardi , Nina S. Levy and Andrew P. Levy. doi: 10.1194 / jlr.R026641 Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Cardiovascular and metabolic protection by vitamin E: a question of treatment strategy? Melanie Ziegler,Maria Wallert, Stefan Lorkowski and Karlheinz Peter. Doi: 10.3390 / antiox9100935 Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Promotion of plasma membrane repair by vitamin E. Amber C. Howard ,Anna K. McNeil and Paul L. McNeil. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Low-frequency fatigue as an indicator of exercise-induced eccentric muscle injury: the role of vitamin E. Antonios Kyparos, Michalis G. Nikolaidis, Konstantina Dipla,Andreas Zafeiridis, Vassilis Paschalis, Gerasimos V. Grivas, Anastasios A. Theodorou, Maria Albani, Chrysoula Matziari, y Ioannis S. Vrabas. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Resistance exercise and vitamin E supplements. Yoshikazu Takanami, Hisao Iwane, Yukari Kawai and Teruichi Shimomitsu. DOI: 10.2165 / 00007256-200029020-00001. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Antioxidants and exercise performance: with special attention to vitamin E and C supplementation. Madalyn Riley Higgins, Azimeh Izadi 2OrcID yMojtaba Kaviani. College of Pure and Applied Sciences, College of Nutrition and Dietetics, Acadia University, Wolfville, Canada. Department of Biochemistry and Diet Therapy, Faculty of Nutrition and Food Sciences, Tabriz University of Medical Sciences, Iran. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Silva, LA; Pinho, CA; Silveira, PC; Tuon, T .; De Souza, CT; Dal-Pizzol, F .; Pinho, RA Supplementation with vitamin E decreases muscle and oxidative damage but not the inflammatory response induced by eccentric contraction. J. Physiol. Sci. 2010, 60, 51. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Effects of vitamin E on cognitive performance during aging and Alzheimer’s disease. Giorgio La Fata, Peter Weber and M. Hasan Mohajeri. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vitamin E: its role in neurological function. DP Muller. doi: 10.1136 / pgmj.62.724.107 Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Vitamin E. Fact Sheet for Health Professionals. National Institutes for Health (NIH). Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Alimentos con vitamina E. Tatiana Zanin. Nutricionista. Universidad Católica de Santos con registro profesional CRN-3 nº 15097. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Informe del Comité Científico de la Agencia Española de Seguridad Alimentaria y Nutrición (AESAN) sobre Ingestas Nutricionales de Referencia para la población española. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Alimentos que destacan por su contenido en vitamina E. Fisterra, Elsevier. Atención primaria en la red. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Liposomal-encapsulated Ascorbic Acid: Influence on Vitamin C Bioavailability and Capacity to Protect Against Ischemia–Reperfusion Injury. Janelle L. Davis, Hunter L. Paris, Joseph W. Beals, Scott E. Binns, Gregory R. Giordano, Rebecca L. Scalzo, Melani M. Schweder, Emek Blair and Christopher Bell. Journal ListNutr Metab Insightsv.9; 2016PMC4915787. Disponible online
Vai alla fonte
Articolo scientifico
Therapeutic Uses of Antioxidant Liposomes. Guest Editor (s): Subhash C. Basu and Manju Basu Department of Chemistry and Biochemistry, University of Notre Dame, Notre Dame. William L. Stone, Shyamali Mukherjee, Milton Smith and Salil K. Das. Disponible online
Vai alla fonte